SMED

Single Minute Exchange of Die: la metodologia per ridurre i tempi di set-up

Uno degli elementi rivoluzionari e più caratteristici del TPS (Toyota Production System) è dato dalla negazione della validità del principio del “lotto economico” su cui si basa il sistema della produzione in serie.

Già negli anni ’50 Taiichi Ohno cercava di creare un sistema produttivo a flusso teso in Toyota, ma si doveva confrontare con i lunghi tempi di set-up del reparto presse, quando Shigeo Shingō, allora consulente di JMA che stava realizzando una edizione del PCourse in Toyota, sviluppò la metodologia SMED.

Lo SMED sviluppato da Shingō è da considerarsi un passaggio chiave per lo sviluppo del TPS e successivamente dei principi Lean.

Da allora le applicazioni anche in altri settori e gli sviluppi della metodologia evolutasi anche con il nome RTS (Rapid Tools Setting) hanno portato risultati eclatanti in tutto il mondo ed in tutti i settori industriali.

Abbiamo sperimentato anche in Italia riduzioni del tempo di attrezzaggio fino ad 1/10 del suo valore originale ed oltre, senza bisogno di significativi investimenti, ma agendo principalmente sui comportamenti delle persone, sulla organizzazione del posto di lavoro e sulla standardizzazione.

Principi di base semplici; passi metodologici chiari. Per raggiungere i risultati desiderati, è necessaria anche un’ applicazione rigorosa.

Pin It on Pinterest

Share This