Il Giappone al centro di molti interessi di investimento nel mondo

 Cosa succede tra Europa e Giappone

Una riflessione e una disincantata lettura dei dati che riguardano gli investimenti diretti di Europa e Giappone vede l‘Italia occupare il primo posto come meta di approdo delle operazioni straoridinarie che sono state condotte di recente da organizzazioni giapponesi in ambito manifatturiero. 

Così dicono i dati dei osservatori, indicando o confermando una serie di aspetti interessanti dal punto di vista manageriale:

  • gli asset tecnologici, di competenza tecnica (tradizionale e non) di cui disponiamo a livello paese sono appetibili e vanno coltivati anche in prospettiva
  • le operazioni di investimento diretto denotano altresì – benché non sempre in esplicito – l’apertura della comunità professionale giapponese a relazioni internazionali più numerose e fitte, anche al di fuori dei livelli gerarchici più formali ed elevati
  • la dimensione non solo tecnica, ma anche relazionale e in particolare gli aspetti di relazione interculturale sono e saranno proporzionalmente rilevanti
  • la filosofia, ovvero il pensiero organizzativo e l’applicazione di logiche e metodi per il miglioramento della gestione operativa delle aziende manterranno ancora alto nel mondo il riferimento al Giappone, insieme alle prassi di eccellenza di matrice giapponese
  • il fervore del Giappone come sistema Paese non può passare inosservato agli occhi del mondo e ancor più di ora avrà potrà generare interesse, divenendo polo magnetico dell’attenzione globale per capacità di innovazione e di avanguardia, generando potenzialmente un circolo virtuoso di attenzione su di sé. 

Leggi l’articolo: Bridge to Japan: un ponte tra Italia e Giappone

Per ogni ulteriore ragguaglio sul tema è possibile contattarci via mail qui. 

Per saperne di più consulta questa pagina.

Pin It on Pinterest

Share This