News

Milano,
31 Dicembre 2017
Il nuovo anno: come gli uomini lo faranno
A capodanno tutti noi siamo soliti promettere e riprometterci buoni propositi, così come fa ogni organizzazione che si affaccia al nuovo anno nei budget e nei piani già stilati, o in corso di approvazione. Per tutti si tratta comunque di riflettere e discernere nell’anno che è stato il buono da preservare e il cattivo da buttare, per dare compimento, espandere e dare luce ai buoni risultati ottenuti, in una giusta continuità per la crescita.

Accanto alle opere che hanno avuto tutta evidenza – eventi, incontri, innovazioni, lavori o proposte che hanno popolato i nostri e gli altrui calendari – spesso possiamo ritrovare una serie di interventi meno visibili, ai quali abbiamo comunque destinato una parte importante delle energie e delle risorse, non solo economiche: progetti di miglioramento, di creazione e applicazione di tecniche o concetti innovativi, di apprendimento di nuove conoscenze, di sviluppo di relazioni e collaborazioni che ci hanno aiutato e/o arricchito come persone e come professionisti.

Come JMAC non possiamo non ricordare lo sviluppo di modalità concrete di formazione e innovazione nell’ambito dell’IoT per l’Industria 4.0,  la cui offerta troverà nel 2018 ulteriore spazio di approfondimento e applicazione con iniziative che già in parte riportiamo in questo comunicato. Grazie ai crediti di imposta appena approvati nella legge di bilancio 2018 le aziende italiane vi potranno accedere più facilmente alle opportunità di formazione sugli stessi temi di innovazione.

Abbiamo inoltre sviluppato progetti ed eventi che ci hanno visti protagonisti anche oltre i confini della nostra nazione, con partner internazionali – giapponesi e non – pure su temi tradizionali che si rinnovano in risposta all’evoluzione delle esigenze e dei contesti operativi. È il caso, ad esempio, del nuovo TPM – da sempre efficace nelle aziende di processo, ma oggi applicato in modo più fortemente integrato, pervasivo e potente. Così pure per il marketing e le vendite, e non ultima la formazione esperienziale, sulla quale stiamo preparando interessantissime novità che sveleremo prossimamente.

Tutto bene allora? Certo che no! Ci sono ancora tante cose da fare – ne siamo consapevoli – per conseguire obiettivi superiori di crescita delle aziende e di benessere delle persone. Per questo abbiamo ancora tanti progetti di arricchimento dell’offerta, che dal 2018 unirà formazione e consulenza in soluzioni combinate di esperienza formativa e metodologie o approcci consulenziali sulla gestione del lavoro e delle aziende, con convinzione ed auspicio di decisa efficacia in tutti gli interventi che avvieremo – siano essi progetti, viaggi o eventi.

Ci preme infine ringraziare, in questo scorcio tra vecchio e nuovo anno, chi ha operato con determinazione e passione alla realizzazione dei propositi senza attendere, né celarsi dietro l’attesa di altri.

Come lo stesso poeta (G. Rodari) non stenta a rammentarci: … anche quest’anno sarà come gli uomini lo faranno

Siamo noi – le persone, il vero fulcro che anima la famiglia, la società e i posti di lavoro; la qualità della nostra vita  e della vita delle nostre comunità non dipende solo da ciò che devono fare gli altri o ad altri livelli, ma dall’apporto che ognuno di noi sceglie e riesce a dare in quanto parte della medesima comunità. Apprezzamenti, proposte, suggerimenti e certamente anche le critiche (utilissima fonte di riflessione e cambiamento) sono un contributo essenziale che ciascuno di noi può decidere di accogliere e sforzarsi di produrre – nell’identica fiducia nell’Uomo e nei valori positivi di evoluzione e benessere sociale.

A tutti l’augurio
di buona fine e miglior principio d’anno.

La redazione
JMAC Europe S.p.A.




Il nuovo anno: come gli uomini lo faranno

Condividi