Approfondimento

Il TPM si riconferma ambito riconoscimento di eccellenza nel mondo

Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con l'assegnazione del premio TPM®. L’ente che eroga il premio è il Japan Institute of Plant Maintenance (JIPM) – società consorella di JMAC nel gruppo JMA. È dunque del JIPM l’annuncio pubblicato lo scorso 28 gennaio dei vincitori del premio 2016 e in particolare dei premi assegnati alle realtà industriali al di fuori del Giappone (“TPM® Excellence Awards outside Japan").
Dal 1996 ad oggi le aziende che hanno scelto di impegnarsi nel percorso per conseguire il premio TPM al di fuori del Giappone sono passate da 28 a 1535. Solo in Europa si è passati da 15 a 429, che dimostra l’interesse sempre crescente nei confronti di questa metodologia Tra le aziende che vincono il premio molte sono guidate e supportate dai consulenti JMAC.
Questo momento ci è particolarmente gradito per esprimere le nostre più sincere congratulazioni ai colleghi che hanno portato aziende eccellenti al raggiungimento dell’ambìto premio, in Europa (Belgio) e nel resto del mondo (India, Indonesia, Tailandia, Brasile, Messico). Attraverso l’impegno costante e la grande professionalità, i consulenti JMAC si sono distinti per la capacità di affiancare i clienti in un percorso di miglioramento produttivo, ovverosia al miglioramento delle prestazioni in termini di efficienza degli impianti, riduzione dei guasti, riduzione delle micro-fermate e degli scarti, con obiettivi sempre più sfidanti per essere più competitive nel mercato globale.
Nell’epoca in cui la quarta rivoluzione industriale è ormai realtà è importante sottolineare come, senza un sistema produttivo che miri all’obiettivo “zero” (di perdite, fermate, prodotti difettosi), risulta difficile poter abbracciare in pieno questa nuova filosofia aziendale. Il TPM oggi, ancor più che in passato, è la metodologia chiave per il successo.

Condividi